Home » Archivi, Tonalestate 2006

Presentazione a TONALESTATE 2006

4 luglio 2010 Nessun Commento


L’associazione Tonalestate promuove ogni anno a Passo del Tonale e a Ponte di Legno un convegno internazionale che si sviluppa, nella durata di 4 giorni, attraverso incontri e conferenze con personalità di tutti i campi della cultura, della scienza, della religione, dell’arte e dell’azione nella società,  compromesse con ciò di cui vengono a parlare. Tali incontri sono affiancati da momenti di dibattito e dialogo con i relatori, da momenti di lavoro per gruppi per i partecipanti coordinati da professionisti, momenti di scambio culturale tra i diversi gruppi linguistici internazionali. Al Tonalestate, partecipano da ogni parte del mondo ogni anno: studenti, universitari, giovani, professionisti, famiglie, volontari, responsabili di associazioni.

Inoltre all’interno della settimana culturale vengono allestite mostre fotografiche e pittoriche di artisti a livello internazionale, privilegiando personalità e temi particolarmente significativi ai fini dell’argomento proposto; e inoltre stands allestiti dai diversi gruppi di partecipanti con artigianato tradizionale, materiale culturale prodotto in supporto al lavoro del gruppo durante l’anno, momenti di scambio culturale.

Al convegno e alle conferenze si accompagnano anche spettacoli teatrali, concerti, cori, musiche etniche e serate dedicate alle diverse e significative realtà che vi prendono parte.

La Storia

Il “Tonalestate” è iniziato nel 2000 affrontando il tema della globalizzazione; nel 2001 il tema centrale è invece stato “2001: odissea nell’’umano” con il quale si sottolineava l’intento di riportare l’attenzione sull’uomo e sulla ricerca di un significato per sé, per il suo agire e per il suo vivere sociale.

Nel 2002, sotto il titolo di “Antigone non deve morire” Tonalestate, alla luce degli eventi che, in seguito ai fatti dell’11 settembre, hanno portato all’attenzione di tutti il tema della pace, ha voluto quindi riflettere sul tema della giustizia e del perdono; conseguentemente il 2003 ha avuto come suo tema centrale “la tecnica” intesa come nuovo potere che vuole regolare i rapporti umani, il sistema economico e politico, la giustizia e il lavoro, imponendosi su tutto ed eliminando, però, la dignità, i bisogni e le necessità dell’uomo.

Nel 2004 Tonalestate ha scelto come tema, “il denaro”, ciò che si è sostituito all’uomo, non solo nei rapporti economici, ma invadendo tutti i campi del suo essere e dell’agire, dalla scienza alla filosofia, all’arte, alla politica e alla vita sociale. Il titolo era “Ecce Money”, “ecco il denaro”, o meglio, “ecco cosa rimane dell’uomo”, sostituito dal denaro, in tutta la sua totalità.

Infine, nel 2005 il tema cui Tonalestate ha rivolto lo sguardo è stato prettamente legato alla società civile, e in particolare si è voluto affrontare, nel tema “per un principio superiore: la politica; los de arriba y los de abajo” il tema della politica, conseguenza diretta di quel mondo dominato dalla logica del denaro; “la politica e l’uomo” è stato il soggetto fondamentale per il 2005, per sottolineare come questa politica investe e investirà sempre di più, da come lascia presagire questo inizio di millennio, con appariscenti menzogne e tristi verità, tutti gli aspetti della vita dell’uomo.

2006 ni dieux ni maitres

Quest’anno la manifestazione di svolgerà dal 5 all’8 agosto e Tonalestate vorrebbe indagare, con uno sguardo vivace e valorizzatore di tutti gli aspetti della vita dell’uomo, i rivolgimenti dell’uomo, che appaiono oggi all’orizzonte e che nella storia umana hanno preceduto i grandi cambiamenti epocali. E anche oggi non è finito il tempo della lotta, della resistenza  di una ragione umana che non vuole essere né schiava né ripiegata sui falsi oggetti divini: il potere, il denaro, la tecnica, una presenza seccante e scomoda nell’anelito a quell’infinito bene cui è stata creata.

Lascia un commento!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.