Home » Archivi, Tonalestate 2011

Japan reporter’s in the audience (2)

1 settembre 2011 Nessun Commento

“alcuni tipi di ameba si uniscono ad amebe dello stesso tipo, mentre respingono quelle di carattere diverso”. Prima di venire al Tonalestate io ero come queste amebe. E, se voglio essere onesta, ero una che discriminava le persone diverse da me. Che il mondo sia pieno di ingiustizie, discriminazione e violenze da parte di gruppi maggioritari contro le minoranze, e che succedano ancora oggi massacri, e’ un dato di fatto.Che cosa allora possiamo fare? Non si tratta solo di dare una mano a coloro che si trovano in una situazione di debolezza, ma si tratta prima di tutto di ascoltarli, e di lottare con loro. Penso dunque che, nella nostra vita quotidiana peina di distrazione e di confusione,sia necessario fermarsi un attimo a riflettere per vivere una vita umana e positiva, affinche’ possiamo dare costruire una civilta’ di pace.

Studentessa del programma 2011 TE – Nanzan University

「『アメーバは自分と同質のものと結合し、異質なものを避ける』同じような雰囲気を持つ人としか交流しようとしなかった今までの自分にそっくりな言葉です。また突きつめていくと人間の差別を指す言葉でもあると思います。不正だらけの世の中、多数に逆らう少数は差別や迫害、虐殺が起こっていることは事実です。私たちは弱い立場の人々に手を差し延べて単に世話するのではなく、その人たちの主張に耳を傾け、共に闘っていかなければなりません。そのために人間らしく善く生きるにはどうしたらいいか、世界平和はどうしたらもたらされるかを慌ただしい生活の中でも考えていく必要があると、私は思います。」

Comment by a student of the Tonalestate-Nanzan University Volunteer Program 2011

Lascia un commento!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.