Home » Amici

CHACOUR Elias

6 luglio 2012 Nessun Commento

Elias Chacour nasce nel villaggio Palestinese di Biram, nella Galilea del nord nel 1939. Nel 1948 dopo la risoluzione delle Nazioni Unite il suo paese in Palestina diviene sovranità dello Stato di Israele. Tre anni dopo, il suo paese di Biram sarebbe cambiato per sempre; nel 1951, soldati israeliani marciarono verso Biram e dissero agli abitanti che avrebbero dovuto lasciare il villaggio temporaneamente per ragioni di sicurezza. Quando gli abitanti di Biram tornarono, trovarono le loro case e l’intero villaggio distrutto dall’esercito israeliano. Non avrebbero più avuto il permesso di tornare.
Molte persone nella posizione di Chacour sarebbero stati sopraffatti dalla rabbia e avrebbero trascorso il resto della loro vita per cercare vendetta contro Israele. Comunque, sebbene sconvolto dalla perdita della sua casa, la sua vita avrebbe preso un altro corso.
Elias Chacour diviene prete della chiesa cattolica Melkita che risale al periodo Bizantino di Costantino. Padre Chacour ha aperto una scuola nella città palestinese di Illibin in Galilea per educare i palestinesi svantaggiati i quali hanno fame di conoscenza. Tutto questo cominciò agli inizi degli anni ottanta con una sola classe di venti studenti. Ora c’è un asilo, la scuola elementare, e una scuola superiore aperta a tutti. Ci sono più di cento insegnanti solo nella scuola superiore, alcuni mussulmani, altri cristiani, altri palestinesi e alcuni ebrei. C’è anche un centro formativo per gli insegnanti. Illibin possiede anche un college che è frequentato da più di seicento studenti, e offre studi in varie materie, come ingegneria, comunicazioni e elaborazione alimentare. Questo college ha diverse facoltà di circa cinquanta professori, almeno quaranta dei quali permettono di ottenere la laurea specialistica. Padre Chacour sta aspettando di avere il permesso per iniziare una università accreditata. Attualmente ci sono più di 4000 persone che frequentano il campus Illibin.

Lascia un commento!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.