Home » Amici

SPYDEVOLD Randi

6 luglio 2012 Nessun Commento

Randi Spydevold avvocato dal 2000 presso la Advokatfirmaet Holmen & Co. DA si è fatta portavoce di un gruppo di persone conosciute come i “war children”, ossia persone nate per volere di Adolf Hitler durante l’occupazione. Hitler, infatti, con l’intenzione di dar vita a quella razza pura, che tanto osannava, decise di far nascere questi bambini da donne norvegesi, considerate perfette, e da soldati tedeschi, nei cosiddetti “Lebensborn”. Questi bambini, al termine della Seconda Guerra Mondiale, furono rinchiusi in orfanotrofi o in manicomi perché, essendo nati da soldati nazisti, erano considerati inferiori e indegni. Hanno dovuto sopportare, fin da bambini, una vita molto difficile abbandonati ed emarginati dalla società. Solo negli anni ’90 si iniziò a parlare di questo problema e nel 2000 lo Stato norvegese rappresentato dal premier Kjell Magne Bondevik  si scusò per i maltrattamenti che avevano subito per 55 anni.
Ma questo non fu certo sufficiente  a cancellare tutti gli abusi subiti: sostenuti dall’avvocatessa Spydevold, hanno deciso di sottoporre il loro caso alla Corte europea per i diritti dell’uomo, chiedendo un risarcimento e dignità. La vicenda è stata all’esame del tribunale di Strasburgo nel gennaio 2006.
L’avvocatessa Spydevold spiega, però, che lei ormai si sente diretta interessata di questo caso, non è una questione di soldi, queste persone desiderano soltanto riavere quella dignità che gli è stata negata per 50 anni.
Bjorn Lengfelder, uno dei war children, ha detto: “Sono passati tanti anni, e continuiamo a chiederci perché ci siamo meritati questo trattamento – dice – ecco, noi vogliamo che qualcuno ci dica perché. E che ci chiedano scusa: eravamo solo bambini!”.

Lascia un commento!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.