Home » Amici

ZANOTTI Sonia

6 luglio 2012 Nessun Commento

Zanotti Sonia, nata a Bressanone nel 1969. Aveva 11 anni quando il 2 agosto 1980 alle ore 10.25 nella sala d’attesa di seconda classe della stazione di Bologna scoppiò una bomba. Da quel momento 85 persone persero il diritto di vivere e altre 200 rimasero ferite portando segni indelebili nel corpo e nella mente fino ad oggi. Sonia è una di questi 200 feriti. Ha studiato al liceo scientifico di Bressanone. Nel 1991 ha conseguito la maturità. Per 4 anni ha lavorato come impiegata presso una ditta di ceramica ad Imola, quindi è ritornata in Alto Adige lavorando nella pubblica amministrazione. Attualmente è in pensione avendo usufruito della legge 206 del 2004 per le vittime di atti di terrorismo. Da quando è in pensione si è dedicata oltre che ai suoi due bambini di 6 e 4 anni, al volontariato. Fa parte del consiglio direttivo dell’”Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980” oltre al gruppo organizzativo per la staffetta “2 agosto 1980 una data da non dimenticare”. Nella città di Chiusa, dove risiede ora con i suoi bimbi, dedica molto tempo al sociale.
L’“Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980” si è costituita il 1 giugno 1981 con lo scopo statuario di “ottenere con tutte le iniziative possibili la giustizia dovuta”. L’associazione si occupa di tutto l’iter giudiziale, assiste i feriti e i parenti delle vittime che necessitano assistenza medica, interviene in dibattiti, manifestazione, conferenze ecc., pubblica libri, sentenze, processi, poesie, documenti e altro. Nel 1984 ha raccolto le firme per legge affinché venisse abolito il segreto di stato nei delitti di strage e terrorismo. Assieme all’Istituto Parri di Bologna ha dato vita al centro documentazione storico politica sullo stragismo.

Lascia un commento!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.