Home » Archivi, Comunicati Stampa, Tonalestate 2014

12 Luglio 2014 Reggio E. Presentazione Tonalestate

13 luglio 2014 Nessun Commento

Il Presidente Maria Paola Azzali ha presentato il 12 luglio, a Reggio Emilia, la quattordicesima edizione del Tonalestate. Un’edizione che si occuperà della storia.

Hanno portato le loro prime riflessioni Marcello Buiatti, Aldo Giobbio e Raniero La Valle. Presente in sala anche Gian Guido Folloni. Amici, prima che Relatori, di una Compagnia di uomini di ogni provenienza, religione, appartenenza sociale, che si ritrova ogni anno sulle Alpi italiane uniti dal desiderio e dalla necessità di una responsabilità diretta di fronte alla situazione di minaccia e di pericolo che tutti percepiscono.

La storia è irrimediabilmente quella dei fatti nudi e crudi, i bructa facta come li hanno definiti i latini? Lo storico Aldo Giobbio ritiene che questo genere di fatti rimanga quasi sempre sconosciuto. Ciò che conosciamo è piuttosto il racconto che ci viene fatto di quanto accade. Ma la storiografia è avviluppata nell’”imbroglio” di cui si è riflettuto nella passata edizione. Le letture dei fatti permangono dentro l’ambiguità e la manipolazione delle ideologie che forniscono visioni compiacenti e falsate nella pretesa di difendere un interesse personale o di clan.

La storia che viviamo, il tempo che l’uomo ha abitato portano in sé un tratto ontologico che potrebbe fornire un’utile indicazione di cammino. Marcello Buiatti, che si è definito un “agro-biologo con integrazioni forti con fisici e filosofi” trae dai suoi lunghi anni di ricerca scientifica nella biologia e nella genetica, la convinzione che ciò che ci rende vivi è la diversità, ma una diversità che sa trovare la via della cooperazione. Si rimane vivi grazie alle differenze seppur rinsaldando i legami, la connessione tra le parti. E’ la legge degli esseri viventi come lo è dei popoli. Se esiste al cuore della vita una legge di differenziazione e di connessione, come educarci al rispetto di essa nelle azioni che riguardano la convivenza tra le genti?

Come può essere possibile che l’esistenza della vita “non riguardi né il cielo né la terra”?

Possiamo pensare che esistano fatti bruti?

La risposta di Raniero La Valle è negativa, perchè essi sono alternativi all’umano: ogni fatto accade piuttosto dentro il circuito dell’umano. Se accettassimo i fatti bruti, come le immani tragedie che hanno investito il nostro quotidiano -non ultime le orrende stragi del Medio Oriente- sarebbe adeguato lo sconforto del vecchio dipinto da Van Gogh. Eppure appare più realista cercare, dentro la storia, un anello debole che rompe la catena dei bructa facta, andare più in profondità per verificare se in essa sia presente un fattore “x”, un altro soggetto oltre l’uomo. Se la Storia, mossa da tali Soggetti, non possa essere quasi una freccia scagliata verso un compimento necessario, in un’unità e inclusione di tutto il genere umano. Non un brutale guardare all’indietro, ma una spinta inarrestabile in avanti.

Anche Montale sperava nell’affacciarsi di “un imprevisto”

12LuglioT2014

PRESENTAZIONE TONALESTATE 2014

SABATO 12 LUGLIO 2014, ORE 19.00

HOTEL MERCURE ASTORIA
via L.Nobili 2 (zona Teatro Municipale),
Reggio Emilia

saranno presenti:

MARCELLO BUIATTI
(professore di Genetica, Universita di Firenze)

ALDO GIOBBIO
(storico e giornalista)

RANIERO LA VALLE
(giornalista, presidente Comitati Dossetti per la Costituzione)

INFORMAZIONI

Associazione Tonalestate, Via Sani 15, 42121 Reggio Emilia

Tel 349 6084688 Email: tonalestate@gmail.com Web: www.tonalestate.com

Lascia un commento!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.