Home » Amici

TORREALTA Maurizio

9 agosto 2014 Nessun Commento

Nasce a Bologna dove studia e si laurea nel 1976 presso la facoltà di Scienze politiche.

La sua carriera giornalistica già nel 1975 con la sua collaborazione con il giornale bolognese “Il Foglio”di Luigi Pedrazzi, scrivendo di Cinema.

Nel 1979 si trasferisce a New York dove insegna inizialmente alla New York University nel Dipartimento di Italiano. Poi inizia a collaborare con l’ Agenzia Quotidiani Associati,
e con altre pubblicazioni italiane. Nel 1985 viene assunto come corrispondente da New York per il quotidiano “Report” diretto da Enrico Deaglio. Nel 1987 viene promosso all’ esame da giornalista Professionista e si trasferisce in Italia.

Nel 1987 fino al 1991 inizia a collaborare come inviato con il settimanale televisivo della Rai Samarcanda di Michele Santoro. Nel 1992 viene assunto dal Telegiornale della Rai TG3 come inviato di cronaca sui fatti di mafia. Nel Maggio 1992 viene inviato in Sicilia per diversi mesi a investigare sulle stragi del 1992 che uccisero il magistrato Giovanni Falcone e la sua scorta ed il magistrato Paolo Borsellino e la sua scorta. Nel 1993 si occupa delle stragi provocate dalle autobombe di Via Fauro a Roma, via dei Georgofili a Firenze, via Palestro a Milano e a Roma alla chiesa di San Giorgio al Velabro e di San Giovanni.

Nel 1994 indagando, in Somalia, sull’omicidio della sua collega del Tg3, Ilaria Alpi, scopre un’attività sostanziosa di traffico d’armi tra l’Europa e la Somalia svolta da delle navi donate dal dipartimento della cooperazione del Ministero degli Esteri Italiano al Governo Somalo ufficialmente per sviluppare un’ attività di pesca.

Nel 2005 viene promosso Vicecapo redattore Rainesw24 e nello stesso anno assieme a Sigfrido Ranucci realizza l’inchiesta : “FALLUIJA IL MASSACRO NASCOSTO” sull’uso del fosforo Bianco nella guerra in Irak.

Nel 2006 fonda a Roma la scuola di giornalismo della Fondazione Lelio Basso che dirige gratuitamente fino ai nostri giorni.

Diverse sono le sue pubblicazioni:

Nel 1999 pubblica assieme ai genitori di Ilaria Alpi e a Mariangela Gritta Grainer, il libro “Ilaria Alpi L’esecuzione” (Kaos Edizioni) che ottiene il Premio giornalistico Saint Vincent .

Nel 2002 pubblica “La trattativa tra Stato e Mafia, un dialogo a colpi di Bombe” (Editori Riuniti). Il libro ottiene il premio Sele d’Oro Mezzogiorno.

2006 Viene realizzata con i colleghi del nucleo investigativo l’ Inchiesta “ KHIAM ANATOMIA DI UNA BOMBA” (che ottiene il Premio Ilaria Alpi) inchiesta su un cratere radioattivo individuato nella città di khiam dopo la guerra Israele Hetzbollah.

2006 realizza con Flaviano Masella l’inchiesta “ GAZA FERITE INSPIEGABILI E NUOVE ARMI ”24.min sul primo utilizzo delle bombe DIME (dense inert metal explosive). Bombe che senza produrre schegge metalliche ma solo una lama di ioni d’ idrogeno provocano la recisione dell’ arto inferiore alle persone che ne rimangono colpiti

2008 realizza “LA TERZA BOMBA ATOMICA LE CONFESSIONI DEL VETERANO”24.min Inchiesta nata dal racconto di un veterano americano delle prima guerra del golfo che rivela che fu usata, tra Bassora ed il confine dell’Iran , una piccola bomba nucleare di 5 chilotoni. La notizia viene confermata dalla traccia di un evento sismico pari a 5 chilotoni proprio tra Bassora e il confine dell Iran.

Lascia un commento!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.