Home » Comunicati Stampa, News, Strumenti, Tonalestate 2017

Esposizioni 2017

7 agosto 2017 Nessun Commento

TONALESTATE non è solo un convegno. È un vero e proprio festival: quel tipo di festa che riunisce tutti coloro che di essa vogliono essere parte viva e costruttiva. Per questo, oltre alle conferenze, ai momenti di dialogo e alle convivenze tra i partecipanti, TONALESTATE propone degli spettacoli e delle esposizioni di tanti artisti che hanno raccontato la realtà con un linguaggio barbaro perchè si sviluppa al di fuori della lingua propria a una sola civiltà, per quanto potente essa possa essere. Anche quest’anno la pittura, la grafica, la fotografia da visitare nella Sala Consigliare di Ponte di Legno, nella centrale Sala Faustinelli e all’hotel Mirella oltre che nelle sale dell’hotel Delle Alpi al Passo del Tonale.

Grafica editoriale


Il BARBARO

Tutte le copertine
Mostra storica del settimanale di informazione e cultura nato negli anni 70

“Il barbaro” è un giornale nato da un gruppo di persone unite attorno all’allora trentaduenne professor Giovanni Riva e diffuso durante sette mesi nel 1974 (il primo numero è datato 28 febbraio e l’ultimo 6 ottobre). « Una storia breve ma intensa (da quindicinale a settimanale, da 300 a 2.000 abbonati, da 3.000 a 30.000 copie di tiratura), intensa, soprattutto per il dialogo che si è sviluppato attorno al giornale: in redazione e negli incontri pubblici (la festa a Rimini, le conferenze, le presentazioni del giornale, eccetera) in tutta l’Italia » scrive la redazione nell’editoriale dell’ultimo numero, intitolato «Sospendiamo».

Sala Consigliare, Piazzale Europa, 9 – Ponte di Legno
aperta negli orari delle conferenze

Fotografia


BATALHA POR MOSUL

Reportage da Mosul, Iraq
FELIPE DANA, racconta la battaglia di Mosul: l’arrivo delle forze irachene, la fuga dei civili da tutti e da tutto, la paura dei prigionieri, le preghiere della comunità intorno ai loro morti, i viaggi di quegli uomini in cammino che escono dalla loro città e i bimbi che cercano di giocare tra le fiamme e le auto volate in alto, a vari metri dal suolo.

Sala Faustinelli, Piazzale Europa, 10 – Ponte di Legno
aperta dalle 17.30 alle 19.30

TELL THE WORLD THAT I LIVE FOR LOVE

Giornate mediche a Santa Tecla, El Salvador
La mostra fotografica di ALEJANDRO MÁTZAR LOCH testimonia una giornata di assistenza medica in una delle comunità più povere di Santa Tecla, El Salvador. Gli scatti raccontano del lavoro dei volontari della “Fundación Divina Providencia” che, dal 1997, opera quotidianamente con i bambini della comunità “Las Margaritas”.

Sala Consigliare, Piazzale Europa, 9 – Ponte di Legno
aperta negli orari delle conferenze

LA RESISTENZA DEL BARBARO

In Etiopia, Annalisa VANDELLI ha seguito un lavoro sulla migrazione. Espone le fotografie scattate nei luoghi di partenza dei giovani e quelle del ritorno dei Returnis, quei migranti che non hanno avuto successo e la cui storia è costellata di sventure, torture e spesso schiavitù. Dieci scatti per raccontare la resistenza dei barbari contemporanei, coloro che arrivano di fronte a noi “romani” e ancora si sentono definire per il suono confuso della loro voce, per il loro dire bar-bar. Eppure, tra questi resistenti, si incontra il lettore, il profeta, l’innocente, il difensore della cultura.

Sala Faustinelli, Piazzale Europa, 10 – Ponte di Legno
aperta dalle 17.30 alle 19.30

Grafica


ONE WAY JAPAN

Cultural Activities/Poster Exhibition
Constructing Culture of Peace

One Way Japan è un’associazione, nata il 15 agosto del 2011 a Nagoya, che ha come scopo quello di costruire una “cultura della pace”. Espone le locandine delle letture pubbliche, delle mostre, delle proiezioni cinematografiche, delle conferenze che hanno svolto negli anni in Giappone, testimonianza di un intenso lavoro culturale in vari campi, tra i quali la filosofia, l’arte, le scienze, la politica e l’educazione.

Sala Consigliare, Piazzale Europa, 9 – Ponte di Legno
aperta negli orari delle conferenze

Pittura & Disegno


ESSERE, NON APPARIRE

Due giovani pittori honduregni, i fratelli VLADIMIR E QUITZÉ SABILLÓN mostrano che cosa nasce quando l’arte non nega spazio a quel misterioso di più di cui è fatto ogni uomo. Il loro lavoro non è fatto solo di linee, di movimenti e di colori ma rivela, attraverso la facoltà della forma, l’essenza. Nei loro volti di uomini e donne percepiamo un’urgenza del vivere, una passione non teatrale, una domanda che oltrepassa il muro della desolazione per affermare la possibilità di essere parte di quei barbari che, per grazia e per scelta, camminano in prima fila, all’avanguardia, su una strada libera perché fatta di un’inconsueta servizievolità, una strada che permette ad ogni uomo e al mondo di ritrovarsi.

Hotel Delle Alpi, via Circonvallazione, 20 – Passo del Tonale
Hotel Mirella, via Roma, 21, 25056 Ponte di Legno
Aperta negli orari dell’albergo

Lascia un commento!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.