Compagnia

di Takayoshi Shibata

In questo dipinto che ho intitolato “Compagnia” c’è una chiesa con case allineate su un pendio. È una metafora per spiegare ciò che l’uomo è chiamato a vivere in un ambiente difficile, lungo un pendio scosceso. La città/Compagnia è il modo migliore di vivere insieme in una società minacciata dal COVID-19.

Nato nel 1953 a Nagoya, dopo i primi studi nella sua città, è venuto in Italia dove ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Brera, ottenendo nel 1982 il diploma di pittura. Il suo tratto, nel quale sono presenti i colori forti tipici del Mediterraneo, è pervaso da profonda religiosità. ”Mi sono sempre interessato alla pittura religiosa. Leggevo i Vangeli e sentivo la forza misteriosa di quello che i cristiani chiamano Spirito Santo. Chi osserva le mie opere vedrà come un movimento dall’alto verso il basso e dal basso all’alto a indicare che dio chiama l’uomo e questi cerca di poter dare una sua risposta”. A Tonalestate ha esposto una grande tela dal titolo “Ecce Homo”.

← Previous post

Next post →

1 Comment

  1. HENRY JESUS VILLARROEL

    Es una hermosa pintura, donde la ciudad o pueblo se encuentra cercana o alrededor de la fe o compañía como la llama el Autor

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: